Categoria: 

KM VERTICALE CHIAVENNA LAGUNC 2021

Sottotitolo: 
Sul tracciato dei record i migliori atleti del circuito internazionale....

1/10/2021
Tags: 
km verticale
chiavenna
fidal
wmra

La Mountain Running World Cup scalda i motori per l’ultimo appuntamento, quello più importante, quello più atteso: il 10 ottobre..

Favoritissimo alla conquista del titolo l’italiano Henri Aymonod mentre tra le donne Alice Gaggi proverà a conquistare l’ultimo gradino del podio dietro le keniane Njeru e Murigi e la gallese Charlotte Morgan. Il weekend di appuntamenti si aprirà sabato con l’undicesima edizione di “Una corsa con i campioni. Insieme per la vita”, la camminata non competitiva in compagnia di alcuni dei protagonisti della finale, che ogni anno sostiene le associazioni “Gianluigi Nonini” e Donne in rosa per la ricerca contro il cancro e Aido.

 

 

Otto diverse nazioni coinvolte, 12 località ospitanti per 16 gare complessive suddivise in 3 categorie denominate Long Mountain, Short Uphill e Classic Mountain, 10mila atleti partecipanti: sono i numeri della WMRA World Cup, il circuito internazionale di Corsa in Montagna che si prepara all’ultimo atto, e torna in Italia ancora una volta, per il Kilometro Verticale Chiavenna Lagùnc: 3298 metri del percorso, per 1000 metri di dislivello positivo.

 

Era il 1986 quando gli Amici Madonna della Neve di Lagùnc ed il Gruppo Podistico della Valchiavenna organizzarono la prima edizione della corsa in salita denominata Pianazzola-Lagùnc. Nata come tradizionale competizione di sola salita si è evoluta nel tempo e dai primi 2000 grazie il percorso, interamente naturale, è stato dettagliatamente verificato e ha ottenuto, primo in Italia, l’omologazione FIDAL ufficiale a KM Verticale, con la partenza da Chiavenna a 352mt e l’arrivo a quota 1352 all’interno di Lagùnc. Qui si sono realizzate le migliori prestazioni al mondo sul dislivello senza ausilio di bastoni, culminate nei primati attuali di Bernard Dematteis (30’27” nel 2013) e di Andrea Mayr (35’40” nel 2018) e qui tornerà l’Uomo Verticale, Henri Aymonod, imbattuto in un kilometro verticale dal 2018, che questa gara l’ha già vinta nelle ultime due edizioni.

Aggiungi un commento