Categoria: 

TOR DES GEANTS - VALLE D'AOSTA

Maurizio Torri
29/6/2011

CAST D'ECCEZIONE PER LA GRANDE SFIDA SUI 5 GIGANTI DELLE ALPI!!

L'ultra-trail più lungo del mondo propone 330 km e 24000 metri di dislivello positivi lungo le due Alte Vie della Valle d’Aosta

Limitata a 500 partecipanti, la lista d’attesa per gli aspiranti concorrenti di questa 2a edizione si allunga ogni giorno un po' di più! Fra gli iscritti saranno presenti, a difendere i loro rispettivi titoli, i due vincitori della categoria maschile e femminile del 2010. Sono i fratelli Gross, con Ulrich e Anne Marie che combatteranno per la vittoria!

“Sono di nuovo alla partenza di questa corsa, non potevo mancare, è una competizione fantastica e ardua, con montagne magnifiche. Qui mi sento come se fossi nel Sud Tirolo. L’organizzazione è perfetta e per di più ho tanti amici qui in Valle d’Aosta. Adoro correre, e correre per tre giorni interi è un’occasione imperdibile! È tutto semplicemente perfetto. È possibile andare da un punto all’altro e fare tutto ciò che si desidera, mangiare, bere, dormire, ma sempre avendo bene in mente la corsa…!” ci conferma Ulrich.

Quest'anno gli outsider sono numerosi!

Tra le donne, Julia Boettger specialista della lunga distanza e dell’endurance. Nel 2010 ha compiuto il giro attorno alle Alpi (Germania/Francia) in 21 giorni, con 800 km e 41000 m di dislivello. Lo stesso anno si è guadagnata il 1° posto all’Ultratrail Serra de Tramuntana (2010) e il 2° posto al Tor des Géants!

Tra gli uomini, Salvador Calvo Redondo, 2° nel 2010, ritorna per salire sul gradino più alto del podio. E Dénis Brunod, valdostano e vincitore dei Campionati Mondiali di sci alpinismo nel 2006, 2008 e 2010. E poi la guida e alpinista valdostano, Abele Blanc, già in gara nel 2010 dove si è guadagnato un bel 6° posto. Il 26 aprile scorso ha completato per il suo quattordicesimo 8000! 56 anni, è il 23o ad esserci riuscito e il 4° italiano.

Il Tor des Géants® in numeri

330 km

24000 m di dislivello

150 ore massime (per un totale di 6 giorni, 6 notti e 6 ore!)

80:27:00 il miglior tempo nel 2010

1200 volontari

500 partecipanti

22 paesi rappresentati

7 basi vita

43 punti di rifornimento

32 comuni attraversati

25 passi a oltre 2000 metri di altitudine, e fino a 3000 metri

30 laghi di montagna

1 parco nazionale

1 parco regionale

La prima edizione in numeri

- 330 concorrenti sulla linea di partenza

- 179 hanno oltrepassato il traguardo

- 54% di "finisher"

- 164 uomini, 15 donne

- Da 20 a 70 anni: età dei concorrenti

- Podio doppio per fratello e sorella: Ulrich e Anne Marie Gross

La Sicurezza

Gli organizzatori, la Regione Autonoma Valle d'Aosta e l'Associazione VDA TRAILERS (associazione sportiva dilettantistica a responsabilità limitata senza fini di lucro), guidata da Alessandra Nicolletti, Direttore di gara, garantiscono la massima sicurezza.

Corsa in semi-autosufficienza, con 43 punti di ristoro che offrono bevande e cibo e 7 basi vita che offrono prime cure (équipe di medici), pasti caldi e un po’ di conforto per un breve riposo!

Ogni base vita dispone di una squadra in grado di gestire un intervento d'emergenza.
Ogni corridore è munito di un chip portato al polso. Con posti di controllo ogni 5/10 km, i corridori sono costantemente monitorati.

Il Quartiere Generale di controllo della Corsa è ad Aosta.

La sicurezza dei corridori dipende anche dal materiale a disposizione:

Attrezzatura obbligatoria

- zaino o marsupio

- borraccia o camelbak

- bicchiere di carta o altro contenitore per bere alle stazioni di rifornimento

- provviste alimentari

- due lampade in grado di funzionare con batterie di ricambio

- sacco a pelo

- fischietto

- benda elastica adesiva che permetta di fare un bendaggio

- giacca impermeabile per resistere alle intemperie in montagna

- pantaloni o gambali sportivi (almeno uno alla pescatora che copra il ginocchio)
- berretto o bandana

- guanti

- telefono cellulare (salvare in rubrica i numeri di sicurezza dell'organizzazione, non nascondere il proprio numero e non lasciare il telefono con le batterie scariche)

- altimetro

- indumenti caldi

Attrezzatura raccomandata:

- indumenti di ricambio

- coltello

- corda

- tabella di marcia (road map)

I percorsi: carta d’identità

Percorrendo le due Alte Vie della Valle d’Aosta, è un autentico viaggio nel cuore delle cime più alte in Europa. I sentieri si snodano ai piedi del Monte Bianco (4810 m), del Rutor (3486 m), del Gran Paradiso (4061 m), del Monte Rosa (4634 m) e del Cervino (4478 m): i 5 giganti delle Alpi.

Questo itinerario escursionistico unico al mondo è sorto grazie al collegamento tra l'Alta Via N.1, denominata “ Alta Via dei Giganti” e l’Alta Via N. 2, denominata “Alta Via Naturalista” e rappresenta, ormai da un anno, il “Trekking dei Giganti”.

Tutte le informazioni su:

http://www.regione.vda.it/turismo/dormire_e_mangiare/default_i.asp

Aggiungi un commento