Categoria: 

SAN FERMO TRAIL 2018 - BORNO (BS)

Sottotitolo: 
Henri Aymonod & Elisa Sortini vincono l'edizione dei record. Classifiche on line!!

19/8/2018
Tags: 
san fermo trail
la sportiva mountain running cup
borno brescia

382 atleti al via della 5ª tappa del circuito La Sportiva Mountain Running Cup..

Henri Aymonod vince l'edizione dei record alla San Fermo Trail con crono di 1h29'16"09.  Scortato al traguardo dai compagni di club Martin Dematteis 2° 1h29'16"58 e Bernard Dematteis 1h29'16"70. Completano la top ten Daniel Antonioli, Gil Pintarelli, Martin Stofner, Alex cavallar, Gabriele Bacchion, Stefano Pelamatti e Patrick Facchini.A testimonianza del livello 2018 in 4 atleti sono andati sotto il record di Cesare Maestri (1h30'21")

Al femminile altro record con Elisa Sortini che soffia il primato all'amica Raffaella Rossi  (1h53'03") fermando il cronometro sul tempo di 1h49'40". Seconda Annelise Felderer 1h50'35", terza Daniela Rota in 1h57'24". nelle 5 anche Wictoria Pejiak e Nadia Franzini.

 

 

 

LA GARA:

Numeri da record per la 5ª tappa del circuito La Sportiva Mountain Running Cup. Al via il popolo del tral running, i campionissimi della corsa in montagna e alcuni dei migliori skyrunner italiani. Favori dei pronostici tutti per il campione europeo Bernard Dematteis, ma non dimentichiamo che il vero obiettivo stagionale per il capitano della selezione azzurra di mountain running sarà la gara iridata del prossimo mese. Lecito quindi attendersi che la stella del Corrintime usi la kermesse bresciana come un buon "lungo" in vista del finale di stagione.

 

 

 

Pronti, via e sui primi di ascesa v i più forti hanno provato a fare selezione. In Val di Moren, dopo 5km, Henri Aymonod guidava i treno della Corrintime con qualche secondo di margine sui gemelli Dematteis. Al femminile sfida a due doveva essere e sfida a due si è rivelata con il testa a testa tra l'altoatesina Annelise Felderer e la valtellinese Elisa Sortini. Un duello animato sin dai primi chilometri. Terza, un poco staccata dalle fuggitive, la bergamasca Daniela Rota.

 

 

Al rifugio San Fermo (1868mslm) nessuna sorpresa, Henri Aymonod aveva ancora una manciata di secondi sui compagni scuderia Bernard e Martin Dematteis. In quarta e quinta posizione seguivano Daniel Antonioli, Gil Pintarelli e Martin Stofner. Anche in discesa posizioni che restano immutate con gap però sempre più riscati. I primi 5 tutti infilati uno dietro l'altro si sono butatti verso il tragurardo.

 

 

“Un gran lavoro quello di questo gruppo, che ringrazio a nome di tutta l’amministrazione –ha commentato il sindaco di Borno Matteo Rivadossi-, un’emozione vedere una pizza così gremita, che ha voluto anche rendere omaggio all’amico Andrea Arici”.

A precedere la gara, sabato, la Family run, corsa non competitiva alla scoperta di uno dei luoghi più suggestivi del paese, il lago di Lova. Anche qui record di iscritti, 102 sullo start, attesi in piazza da una grande festa. “Una due giorni possibile grazie all’impegno di tanti –chiude l’Evolution team-. Tanti i volontari che ci sostengono e che ci aiutano. A loro va il nostro immenso grazie”. L’appuntamento è per il 2019!

 

Clicca qui per le classifiche!!

 

(Foto Alice Russolo & Fabio Scalvini)

 

Aggiungi un commento