DOLOMITES SKYRACE 2017 - CANAZEI (TN)

DOLOMITES SKYRACE 2017 - CANAZEI (TN) - Davide Magnini & Nadir Maguet sognano l'exploit a Canazei....

DOLOMITES SKYRACE 2017 - CANAZEI (TN)

Davide Magnini & Nadir Maguet sognano l'exploit a Canazei....

18/07/2017 - Scritto da: Redazione - letto 753 volte

Il parterre della mitica Kermesse trentina si arricchisce dell'ennesiam stella: Marco De Gasperi.....

Si arricchisce con un pezzo da novanta la starting list della 20ª Dolomites SkyRace. Presso la segreteria fassana è infatti arrivata l’iscrizione di Marco De Gasperi, atleta di Bormio azzurro della corsa in montagna, che vanta nel suo palmares cinque medaglie d’oro ai Mondiali, un oro ai Mondiali junior, un oro agli Europei e un oro agli Europei di skyrunning. Si tratta di un gradito ritorno del fuoriclasse valtellinese nella gara fassana, alla quale prese parte nel 2013, rendendosi autore di un testa a testa entusiasmante con Kilian Jornet Burgada, risoltosi allo sprint sul traguardo di Canazei in favore dello spagnolo.

 

Tanti successi nel suo albo d’oro tranne quello nella gara regina dello skyrunning. Per questo ha deciso di essere al via. Ci sono dunque tutti i presupposti per un fine settimana di assoluto livello, visto che venerdì 21 luglio si disputerà il Dolomites Vertical Kilometer e sabato la Dolomites SkyRace, valida come sesta delle undici prove delle Migu Run Skyrunner World Series, la Coppa del Mondo di specialità. Una gara, quest’ultima, che si presenta con percorso più lungo rispetto al passato per ricordare il fondatore Diego Perathoner in occasione del ventennale. Lo sviluppo è infatti di 23,5 km e il dislivello di 1.950 metri, con la variante prevista già al secondo chilometro, quando i concorrenti verranno deviati verso Pecol (1.926 metri) e quindi fino al Col dei Rossi (2.389 metri), transitando sulla pista da sci intitolata proprio a Diego, tratto sul quale è previsto un cronometraggio per dare vita ad una graduatoria riservata agli atleti dal pettorale 101 in poi. I concorrenti scenderanno poi ai 2.239 metri di Passo Pordoi, per affrontare successivamente i tre passaggi chiave, ovvero le inversioni fino a Forcella Pordoi (2.829 metri), la vetta del Piz Boè (3.152 metri) e l’incantevole Val Lasties, che porta poi al traguardo di Canazei. È questa la seconda novità importante della ventesima edizione, oltre all’anticipo della gara lunga dalla domenica al sabato.

 

 

Tornando ai protagonisti ci saranno tutti i migliori al mondo, sia nel vertical sia nella skyrace, a partire dai vincitori delle ultime due edizioni Tadei Pivk e Laura Orguè i Vila e tanti atleti esperti e giovani emergenti. Tutti con l’imperativo di lasciare il segno nella gara delle gare per contesto paesaggistico e suggestione.
Non è infatti un caso che le iscrizioni alla Dolomites SkyRace nel mese di gennaio siano state bruciate in sole tre ore e che complessivamente nel fine settimana in Val di Fassa saranno presenti 1300 corridori del cielo a sfidare se stessi e le verticalità. Vista la variazione del percorso non ci saranno record da battere nella competizione lunga, mentre i primati potranno essere ritoccati nel Dolomites Vertical Kilometer, che si sviluppa lungo i 2.400 metri del tracciato che parte da località Ciasates ad Alba di Canazei e giunge al traguardo di Crepa Neigra dopo 1.015 metri di dislivello. I tempi da battere sono quelli dei Philip Goetsch (quest’anno assente), che nel 2016 fermò il cronometro sulla prestazione di 31’34” e di Laura Orguè I Vila, che nel 2014 impiegò 38’14”.

 

 

Dal punto di vista televisivo l’evento avrà una copertura in eurovisione, grazie all’utilizzo di una piattaforma europea dedicata agli sport outdoor, che veicolerà una sintesi di mezzora e gli highlight in ambito internazionale. Per la prima volta è pure prevista anche una diretta streaming sul canale You Tube "TDS Live” con ben 8 telecamere fisse sul percorso, visibile anche dal sito internet www.dolomiteskyrace.com. Inoltre sia venerdì sia sabato è prevista una diretta con collegamenti e interviste sull'emittente Radio Dolomiti.
«La macchina organizzativa è pronta - precisa il presidente del Comitato Organizzatore Diego Salvador -, grazie a tutti i volontari che sono impegnati in questi tre giorni, circa 220, e grazie anche al prezioso apporto dei rifugi che si occuperanno dei ristori, vale a dire Col di Lana al Pordoi, Rifugio Forcella, Capanna Fassa al Piz Boè, rifugio Boè e rifugio Pian de Schiavaneis».

 

 

Il programma prevede l’apertura dell’ufficio gare giovedì 20 luglio alle 15, quindi il briefing tecnico del Vertical Kilometer presso il cinema Marmolada alle 18,30 e alle 21 la cerimonia di apertura e la presentazione della gara in piazza Marconi. Venerdì 21 luglio il Dolomites Vertical Kilometer, che prenderà il via alle 9 con il primo lotto di atleti con i pettorali altri, quindi a seguire partenze scaglionate fino alle 10,30, quando scatteranno i big. Premiazioni alle 15 e alle 21 serata di presentazione della Dolomites SkyRace in piazza Marconi.
Sabato partenza della ventesima edizione da piazza Marconi alle 8,30, arrivo primi concorrenti verso le 10,40 e premiazione alle 18 al padiglione nei pressi degli impianti Belvedere e a seguire il party del ventennale con musica e riconoscimenti speciali. Chiusura domenica mattina alle 11 con la Mini Dolomites SkyRace in piazza Marconi.


Aggiungi un commento

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.