Categoria: 

ISMF SKI MOUNTAINEERING WORLD CUP 2018 - PUY ST VINCENTE (FRA)

Sottotitolo: 
The Boss is Back.... On line tantissime foto!!

Sulle nevi francesi di Puy St. Vincent nella prova Vertical Race vincono Kilian Jornet e Axelle Mollaret. Adesso occhi puntati per i Campionati Europei....

Puy St. Vincent day two. Giusto il tempo di riprendersi dalle fatiche della Individual Race che è già tempo di una nuova sfida. Una sfida in Vertical con la start line in centro al paese, risalita nel cuore del Parco Nazionale dell’Écrins e arrivo posto nella ski area di Puy St. Vincent.
 
Ritmi forsennati e un livello altissimo che hanno attirato l’attenzione dei numerosi turisti. Al passare degli atleti, gli sciatori hanno interrotto le loro discese per incitarli e sospingerli sino al traguardo. Da affrontare un tracciato di 680 metri di assoluta fatica che ha esaltato le doti di puro velocista di Kilian Jornet. Jornet, dopo il quarto posto nella Individual Race lo spagnolo al rientro dall’operazione alla spalla, si è preso la rivincita andando a tagliare il traguardo con il tempo di 27’09’’. 
 
 
 
In campo femminile conferma della francese Axelle Mollaret che vince con il tempo di 32’16.
Subito dopo il via è stato un drappello di atleti, composto da Kilian Jornet, Werner Marti, Michele Boscacci, Davide Magnini e Oriol Cardona Coll, a dettare il ritmo di gara. 
Jornet prende l’iniziativa e si mette a tirare il gruppo, sulle sue code uno scatenato Werner Marti, un paio di metri dietro, i due italiani Michele Boscacci e Davide Magnini cercavano di stare incollati ai due battistrada. 
 
 
 
 
Jornet è negli ultimi metri di gara che accelera lasciando poche speranze allo svizzero di conquistare la prima posizione. Lo spagnolo chiude con il tempo di 27’09’’, Marti con un ritardo di soli sei secondi conquista la seconda posizione. Il terzo gradino del podio se lo giocano nel rettifilo finale Michele Boscacci e lo spagnolo Oriol Cardona Coll. L’azzurro stringe i denti e riesce per soli due secondi di vantaggio a tagliare il traguardo in terza posizione. Cardona Coll chiude quarto con il tempo di 27’39’’. In quinta posizione si classifica il giovanissimo Davide Magnini (primo categoria Under23). 
 
 
In campo femminile Axelle Mollaret dopo essere stata al comando della gara per tutta la sua durata ferma il cronometro in 32’16, mentre Victoria Kreuzer chiude in seconda posizione con il tempo di 32’52’’. La spagnola Claudia Galicia Cotrina è terza mentre Katia Tomatis e Alba De Silvestro (prima Under23) sono rispettivamente quarta e quinta.
 
 
Per quanto riguarda la categoria Junior Femminile a vincere è stata la russa Ekaterina Osichkina, in seconda posizione si è classificata Giulia Murada, mentre sul terzo gradino del podio è salita Giorgia Felicetti.
In campo maschile ha vinto Andrea Prandi, in seconda posizione si è classificato lo svizzero Aurelien Gay. Patrick Perreten è terzo.
 
 
 
 
 
Messa in archivio questa tappa di Coppa del Mondo il prossimo appuntamento è per i Campionati Europei che si svolgeranno sulle nevi dell’Etna in Sicilia dal 22 al 25 febbraio.
 
 
I Campionati inizieranno con la Sprint Race giovedì 22 febbraio, il giorno seguente, venerdì andrà in scena la Vertical Race, mentre sabato si correrà la spettacolare Individual Race, l’essenza dello scialpinismo moderno.