ADAMELLO SKI RAID 2017 - PONTE DI LEGNO (BS)

ADAMELLO SKI RAID 2017 - PONTE DI LEGNO (BS) - Lenzi & Eydallin strepitosi all'Adamello...

ADAMELLO SKI RAID 2017 - PONTE DI LEGNO (BS)

Lenzi & Eydallin strepitosi all'Adamello...

02/04/2017 - Scritto da: Redazione - letto 6243 volte

Al femminile, invece, successo per la coppia franco svizzera composta da Axelle Mollaret e Jennifer Fiechter. FOTO & CLASSIFICHE ON LINE!!!

La Grande Course strega il popolo dello skialp portando ai 2996m di Passo Presena 2000 spettatori. Uno spettacolo senza precedenti per la sesta edizione dell’Adamello Ski Raid, la mitica cavalcata a fil di cielo disegnata sulle vette di confine tra Lombardia e Trentino. 350 coppie, 700 concorrenti provenienti da 18 differenti nazioni, grandi campioni e il popolo della montagna per la seconda tappa 2017 di La Grande Course. 

Damiano Lenzi e Matteo Eydallin tornano a calcare il gradino più alto del podio di un Adamello Ski Raid mai così bello, mai così partecipato. Al femminile, invece, successo per la coppia franco svizzera composta da Axelle Mollaret e Jennifer Fiechter.

 

Da affrontare vi erano 43km e 4000 di dislivello positivo prima di tagliare l’agognato traguardo di Ponte di Legno. Pronti, via e i bergamaschi Pietro Lanfranchi – William Boffelli hanno fatto l’andatura presentandosi per primi nella torcida di Passo Presena. Nell’ascesa verso il canalino Tre Denti, i leader di la Grande Course hanno però ristabilito le gerarchie. Con un forcing impressionante i campioni del mondo in carica Lenzi –Eydallin hanno letteralmente fatto il vuoto e gestito la gara sino alla fine.

 

 

 

 

 

 

 

Per loro un finish time di 4h35’29”. Ottimo secondo posto e ottimo test pre Mezzalama che li vedrà al via al fianco di Kilian Jornet, per gli svizzeri Marti Werner – Martin Anthamatten 4h44’16”. Sul podio gli altri due azzurri del Cs Esercito Michele Boscacci – Nadir Maguet 4h48’38”. Quarto posto per il team Filippo Beccari – Lars Skjervheim, mentre quinti si sono piazzati i bergamaschi William Boffelli – Pietro Lanfranchi.

 

 

 

Al femminile cavalcata trionfale per Axelle Mollaret – Jennifer Fiechter 4h45’50” su Laetitia Roux – Claudia Galicia Cotrina e sulle azzurre Alba De Silvestro – Katia Tomatis. 

Prossima tappa di La Grande Course, sabato 22 aprile con il Trofeo Mezzalama. La mitica maratona dei ghiacciai sarà preceduta venerdì 21 da gara jeunes.

 

 

 

CLICCA QUI PER LE CLASSIFICHE!!

 

 

CLICCA QUI PER VEDERE LA GALLERY by Maurizio Torri!!!


Commenti

Bravissimi i vincitori !! Meno le dichiarazioni post gara. Personalmente mi ha dato un po' fastidio sentir dire da eyda che gli avversari forse non sapevano dove fosse posto il traguardo !! Probabilmente qualche allenamento di stile eleganza e rispetto non guasterebbe! Tra l'altro scommetto che il 99% dei suoi avversari domani mattina userà attrezzi diversi dagli sci
Matteo Eydallin: «Io e Damiano nelle gare lunghe in questo momento abbiamo qualcosa in più degli avversari, che possono studiare tutte le tattiche che vogliono, ma alla fine non sono sufficienti. Proprio dagli errori commessi in passato abbiamo imparato a gestirci. Un giorno anche gli altri capiranno come comportarsi e allora cambierà tutto. Intanto ci giochiamo questa vittoria». Commento odioso!potesse stare zitto sarebbe meglio!all'interno della Nazionale Italiana queste cose non devono succedere!
Simone può averti dato fastidio, lo capisco... ma Matteo ha perfettamente ragione. Capisco fosse una gara da 1300 m di dislivello, ma in ogni sacrosanta gara di la Grande Course, o gara lunga che dir si voglia, c'è chi parte con il ritmo di una vertical e puntualmente salta e arriva dopo la ventesima posizione (guarda i video). Matteo invece parte regolare e puntualemnte vince. Quello che voleva dire è che bisogna sapersi gestire. Lui e Damiano, oltre a essere fortissimi, lo sanno fare. Si conoscono e conoscono i propri avversari :-)
You voted 'su'.
A questo punto Il Lence ed Eyda premiateli direttamente al briefing e mandateli al barr, cosi fate fare la gara agli altri almeno noi abbiamo un po di suspence... Così è noioso ;)
Sulle dichiarazioni non mi esprimo e il suo personaggio, sul fatto del lavorare... Bastaaaa! Non gli hanno regalato il posto sai è un concorso pubblico , questi ragazzi e da quando hanno 8 anni che si fanno il culo. Nulla gli è stato dovuto!Sicuramente sono dotati di natura ma quando i loro coetanei andavano in discoteca a 18 anni loro erano a casa a dormire il 90% delle volte. Perché non l'hai fatto anche tu !? Mi avete rotto amatori o atleti che non avete ''sfondato'' che vi improvvisate atleti a 30-40 anni e poi li sempre con la solita frase io lavoro loro no... Quando era il momento di farsi il culo dov'eri tu invece? E cmq vorrei vedere se preferisci lavorare o fare 900 ore di allenamento tutti gli anni, e contare quello che pui mangiare o bere. E concludo dicendo che io conosco bene i ragazzi , e non si risparmiano comunque dal lavorare quando non si allenano, chi con fieno e mucche chi in cantiere a farsi casa o a fare legna. Concludo dicendo che siete da ammirare con famiglia e lavoro a fare le gare sicuramente! Ma mollate sti ragazzi !
You voted 'su'.
Carissimo, nessuno mette in dubbio il talento, la dedizione e lo spirito di sacrificio di chi fa dello sport la propria professione. Personalmente mi ritaglio il tempo per gli allenamenti facendo i salti mortali tra famiglia e lavoro, e mi diverto un mondo. Probabilmente avessi tutto il tempo che voglio per fare il "prof" finirei per stancarmi presto, e magari non riuscirei nemmeno a reggere la pressione di dovere sempre fare per forza risultato, per non vedere messo in dubbio il mio status di professionista. E' anche vero che nel mondo del lavoro tutti noi siamo sottoposti tutti i giorni a pressione per ottenere dei risultati. L'unico appunto che mi sento di fare ai campionissimi, è che un pelo di "savoir faire" nelle dichiarazioni post gara ce lo potrebbero anche mettere: irridere gli avversari con un sorrisino ironico di superiorità potrebbe non essere il modo migliore per rendersi simpatici, soprattutto considerando che stai facendo commenti su persone che a differenza tua non hanno le possibilità (o se vuoi, come giustamente fai notare tu, nemmeno le doti) per essere un professionista. Buona giornata a tutti!
Un augurio a chi come me e' finito in ospedale causa Canalino sky raid......(piu' di 20 atleti/e) Buona guarigione!
You voted 'down'.
Contraccambio gli auguri di pronta guarigione visto che mi sono quasi rotto un legamento della mano 20 gg di gesso e una botta alla gamba che ci vorrà tempo per recuperarla! Spero che gli organizzatori si ricordino di questo spiacevole evento dovuto al canalino ed anche a qualche scialpinista non proprio esperto!
Concordo con Simone, con particolare riferimento alle dichiarazioni rese alla Rai e trasmesse ieri sera nel servizio andato in onda nel TG Regionale lombardo. Tanto di cappello ai vincitori sul piano atletico e tecnico, non così quanto ad eleganza e signorilità.
Io gli trovo simpatici e spontanei sia eyda che damiano...
Uno speciale GRAZIE al soccorso alpino che si è fatto in 4 per aiutare e confortare tutti gli atleti feriti, elitrasportati nell hangar al tonale ... grazie di cuore !!
Caro Maurizio io invece ammiro chi le prova tutte pur di far saltare il pronostico (scontato) a costo di saltare lui stesso !! Chi getta il cuore oltre l'ostacolo regalando emozioni alla gente. Poi vincono sempre i soliti i piu forti.... che per carità se o strameritano!! Il detto dice bisogna saper perdere, in questo caso però credo sia più appropriato bisogna saper vincere (riconoscendo anche il valore degli avversari o quantomeno non svilirlo)
W i moralisti !
Grandi eyda e Lance come al solito!!l'invidia é brutta per alcuni.. Volevo solo ringraziare tutti quelli che si trovavano nell'angar Dell'elicottero al passo del tonale per come si sono fatti in quattro per quanto é successo sulla seconda discesa.io sono stato travolto da uno scialpinista sicuramente non molto esperto e mi sono schiantato sulle rocce al fondo del canalino,al momento mi trovo con una costola rotta,bolli e la faccia bella gonfia.spero che gli organizzatori abbiamo capito l 'errore commesso sottovalutando le condizioni del canalino,nonostante quello che era già accaduto due anni fa,e che per l edizione 2019 prendano più provvedimenti sulla sicurezza e sulla logistica di soccorso in quanto a mio parere il tempo passato fra il primo incidente e l'arrivo del primo elicottero mi é sembrato veramente eccessivo.nonostante ciò porgo i miei complimenti all organizzazione perché questa gara cresce di anno in anno,sperando che in futuro non succedano più scene come quelle che ho visto e vissuto in quel canalino.
You voted 'su'.
Non è questione di invidia, nessuno ha mai messo in discussione il valore della loro vittoria e la superiorità schiacciante che Eydallin e Lenzi hanno nelle gare a coppie negli ultimi anni. Sono i più forti e c'è poco da dire. Però stona un po' quell'intervista col sorriso e la battuta rivolta verso avversari forse meno forti di loro ma che la mattina si alzano e col loro lavoro contribuiscono a pagare anche gli stipendi a chi ha il merito ma anche la fortuna di vivere di scialpinismo. Dovrebbero solo ricordarsi di questo quando sono di fronte ad un microfono ed alle telecamere tutto qui.
You voted 'down'.
Sono forti atleti, ma sono prima di tutto militari!!! E come tali si devono comportare!!! Hanno imparato poco dal loro capitano Manny che saluto e stimo per la sua professionalità e signorilità sempre dimostrata!!!
Cari Lenzi ed Eyda, volate basso, perché sieti due bravi ragazzi, ma se eravate forti adesso eravate a festeggiare con Pellegrino...
Quattro parole , che dicono tutto! Bravo cannibale!!
You voted 'down'.
Invidia,solo invidia!
You voted 'down'.
Sono fortissimi con gli sci non ci sono dubbi. Ma in quanto a rispetto per gli avversari e simpatia devono ancora allenarsi molto.
You voted 'su'.
...alla fine corrono contro dei dilettanti dai da bravi
You voted 'su'.
Il signor cannibale con la sua frase ha toccato un tasto dolente , ma vero. Volare basso, ci sono campioni come pellegrino che ha vinto un mondiale di sci nordico e non è mai uscito con certe manifestazioni di superiorità. Quindi senza alcun dubbio atleti forti,professionisti e professionali e anche fortunati a poter vivere di sci alpinismo essendo uno sport poco praticato su scala mondiale... guardiamo bene il livello delle manifestazioni sportive prima di banfare in questo modo...
You voted 'su'.
Infinite vittorie, eppure nessuno vi imita, mio figlio non ha mai visto correre Giacomelli, eppure lo vuole imitare
Frase di Robert Antonioli attaccata in camera "tanti possono andare forte!!! pochi possono vincere tutto!!! Solo alcuni diventano LEGGENDE!!! Il mio idolo Guido Giacomelli!!" Ecco a voi due IDOLI Guido-Robert
A mio modesto parere il commento dei vincitori è dovuto solo all'invidia di non essere passati per primi al Presena dove c'era la folla acclamante (leggi sponsor). La loro vittoria della gara sicuramente è meritatissima, ma la sportività va a tutti gli altri.
Bravo, hai centrato perfettamente il punto! Questo è ciò che ha dato fastidio ai dominatori che, comunque, potevano evitare commenti "taglienti" ed essere più sportivi, anche in virtù del loro status particolare. I commenti da "Bar Sport" del Lunedì è meglio lasciarli ad altri tifosi, rispettando gli atleti che credo siano in fondo tutti bravi ragazzi.
900 ore all’anno ad allenarsi ??? Ma stiamo scherzando ???? Equivalgono a ben 2.46 ore al giorno… e il resto della giornata? A grattarsi? L’avversario che loro fenomeni hanno deriso durante l ‘intervista, si spara 9 ore al giorno per un totale di circa 2000 ore all’ anno a lavorare, ha una famiglia da mantenere, con la collaborazione della moglie che è una santa, tutte le mattine alle 5 è in piedi per allenarsi, e a volte riesce persino a stare davanti ai 2 cosiddetti fenomeni…. .… io fossi in voi andrei a nascondermi…
allora perche il begnamino da te tanto difeso non è nel gruppo sportivo esercito? forse si diverte ad incasinarsi l'esistenza? poi non è che solo una persona che lavora 9 ore al giorno può mantenersi una famiglia oppure avere una moglie forse sbaglio? buona serata
You voted 'down'.
Si sta degenerando!nessuno è stato deriso!non scrivete e non giudicate a vanvera!e i santi lasciamoli dove sono!!!
Senza entrare nel merito di un commento che non ho avuto modo di sentire, vorrei ricordare a tutti che il grandissimo privilegio di cui possiamo godere noi, ringraziando l'Esercito, in realtà non è altro che il potersi guadagnare da vivere facendo i militari con l'incarico di atleta. Il che comporta lunghi periodi trascorsi in caserma a Courmayeur, lontano da casa e dai propri cari, vivendo in camere da caserma (4 letti per camera,solo branda e armadio, niente TV, ecc..) con bagni in corridoio da dividere ogni 2 camere (8 persone). Visto che praticamente nessuno, eccetto me, vive nei paraggi, tutti si devono sobbarcare i viaggi per recarsi sul luogo di lavoro, con annessi costi e ore di macchina (Bormio, Padola o Brunico non sono proprio dietro l'angolo). Tutto questo per il faraonico stipendio da caporale, che supera di poco i mille euro al mese. Alla fine di una carriera di fatiche, nessuno di noi andrà a vivere alle Hawaii con i proventi messi in banca a Montecarlo, ma nella migliore delle ipotesi troverà modo di reimpiegarsi a livello militare in una caserma più vicino a casa, sempre che ce ne sia una. Altrimenti, dopo aver dedicato i migliori anni della proprio vita al fare dislivello, ci si trova a continuare a vivere viaggiando da casa ad una caserma, oppure a ricominciare da zero un'altra attività. Si potrebbe discutere a lungo del fatto che "professionisti" corrano contro amatori, ma questo non capita sempre. In coppa del Mondo i migliori sono quasi tutti professionisti e visto il livello delle gare, non potrebbe essere diversamente.
You voted 'down'.
Sicuramente anche la vostra una vita di sacrifici. Questo però non da' diritto di sghignazzare delle prestazioni degli altri, professionisti o meno che siano.
You voted 'down'.
Come già detto non mi esprimevo sul commento, dato che non lo ho sentito, ma conosco abbastanza bene i miei colleghi e immagino che presi subito dopo la gara possano aver detto qualche cazzata sulla tattica del Lanfra. Penso che senza quelle sparate iniziali Pietro e William avrebbero potuto stare comodamente sul podio, quindi le uniche vittime di tutto Ciò sono stati solo loro. Detto questo la sportività è un valore che il singolo atleta dovrebbe avere dentro, indipendentemente dal lavoro che fa. Se a Eida scappa una cazzate a caldo, è giusto farglielo notare. Visto che il nostro mondo è molto famigliare, si può anche andare a discuterne direttamente con l'interessato, invece di nascondersi dietro nomignoli su internet. Per il resto ricordiamoci piuttosto di quello che ha fatto nella sua carriera, difendendo con il massimo impegno e la massima dedizione la tuta della nazionale in mille gare. Anche quella è sportività.
poverini........
You voted 'su'.
....mah tipo berci una birra tutti insieme no? :-)
You voted 'down'.
Mah speriamo che tutti questi commenti facciano riflettere gli interessati, lasciando stare il discorso professionismo o meno senza alcun dubbio le interviste non sono state un bel sentire....bello sarebbe un commento da parte dei vincitori...
Ciao Luca. Vada per la birra. Prima però ringraziamo tutti coloro che "riempono" ogni domenica le classifiche ovvero il gruppo e. Quelli che si spaccano veramente il "didietro" per partecipare alle gare che sono poi quelli che tengono in piedi la baracca e che fanno accendersini riflettori anche sui vari Eyda@C. Snc. Dove ci troviamo per la birra?

Aggiungi un commento

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.