Categoria: 

51° TROFEO TOPOLINO SCI ALPINO - FOLGARIA (TN)

Maurizio Torri
12/11/2011

TOPOLINO A CACCIA DI TALENTI....IL 2-3 MARZO TORNA IL "MONDIALINO" GIOVANILE

I campioni dell'universo bianco ricordano il "mondialino". Ennesima stagione con le promesse dello sci di domani....

Lindsey Vonn, vincitrice del primo slalom gigante di stagione a Sölden, è entrata nella storia. Dopo la vittoria di fine ottobre la statunitense ha fatto il proprio ingresso nei record, piazzandosi nel ristretto novero di sciatrici vincenti in tutte le discipline della Coppa del Mondo di sci alpino.
La campionessa olimpica e mondiale ha cominciato la propria carriera internazionale in Italia, al Trofeo Topolino, il "mondialino" giovanile in programma, questa stagione, il 2 e 3 marzo sugli Altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna (TN), sede lo scorso marzo del 50° anniversario.
In questo brillante avvio di stagione per la Vonn ci sarà stato spazio anche per i bilanci sul passato, una pratica che la accomuna ad una delle sue "allieve" più promettenti, la statunitense e sedicenne prodigio dello slalom Mikaela Shiffrin. In una recente intervista la giovane sciatrice ha ricordato il Trofeo Topolino 2010, quando vinse nella categoria Allievi sia la prova di slalom gigante sia quella di slalom speciale, quest'ultima con oltre 3'' di vantaggio sulla seconda classificata, la svedese Magdalena Fjaellström.

"Ricordo molto bene quella gara, ero particolarmente emozionata e l'adrenalina è stata senza dubbio una spinta essenziale. Ancora oggi, quando affronto uno slalom, mi lascio guidare dalla "musica" degli sci sulla neve, dal ritmo insomma, e anche in quell'occasione ricordo di aver puntato su questo elemento, armonizzando i passaggi tra i gates. È stata davvero una bella discesa", racconta la Shiffrin, scoperta sulle nevi della Panarotta, in Trentino, location del "Trofeo" nel 2010.
Dopo la partecipazione al "mondialino" per piccoli grandi talenti, la statunitense ha immediatamente mostrato al mondo intero di che pasta è fatta. La slalomista del Colorado ha vinto la super-combinata della North America Cup dello scorso dicembre, quando di anni ne aveva soltanto 15, collezionando poi un 2°, un 3° e 3 primi posti nelle successive tre gare della "Nor-Am", rispettivamente un super-G, uno slalom e un gigante. A questi risultati va aggiunto il bronzo ai Campionati del Mondo junior in Svizzera, seguito a circa un mese di distanza dal debutto in Coppa del Mondo dell'11 marzo, a Spindleruv Mlyn (CZE), giusto due giorni prima del suo 16° compleanno. Ad aprile, poi, l'impresa che le vale la celebrazione definitiva, la vittoria del titolo nazionale di slalom nella prova di Winter Park. Mikaela è la sciatrice più giovane della storia americana ad aver vinto un titolo nazionale nello sci alpino e, nonostante la giovane età, è già confermata nella squadra B a stelle e strisce per la stagione in corso.

Mikaela Shiffrin rappresenta l'ennesimo esempio di come il Trofeo Topolino sia un passaggio obbligato per i talenti in "bianco", esattamente com'è accaduto per i vari Janica e Ivica Kostelic, Christof Innerhofer, Tanja Poutiainen, Manuela e Manfred Mölgg, Davide Simoncelli, Daniela Merighetti, Giuliano Razzoli, Julia Mancuso e la già citata Lindsey Vonn, tutti transitati per il celebre Trofeo.

"Spesso mi paragonano a Lindsey Vonn o a Julia Mancuso", ha raccontato la Shiffrin, "questo mi fa piacere, ma mi fa anche pensare "calma calma, non lo sono ancora!". Io cerco semplicemente di dare il massimo, restando concentrata, senza dare troppo ascolto a chi mi chiede se mi sento più la nuova Lindsey o la nuova Julia. Entrambe mi hanno aiutata molto, soprattutto in Coppa del Mondo a Spindleruv, quando mi hanno sostenuta con preziosi consigli; pensare che anche loro, come me, hanno iniziato la carriera internazionale al Trofeo Topolino mi dà molta fiducia".

L'augurio di un futuro dorato nell'universo bianco va anche a tutti i nuovi prodigi che, i prossimi 2 e 3 marzo, saranno chiamati in gara a Folgaria per la 51.a edizione del Trofeo Topolino, organizzata come sempre dallo staff guidato da Mauro Detassis. Visti i precedenti, una cosa è certa, anche stavolta il Trofeo Topolino sarà un'autentica sfilata di campioni in erba, assolutamente da tenere d'occhio.

Aggiungi un commento