NON SOLO CLASSIFICHE

NON SOLO CLASSIFICHE - Premana: una chicca di Valsassina...Tutta da scoprire!!

NON SOLO CLASSIFICHE

Premana: una chicca di Valsassina...Tutta da scoprire!!

24/07/2012 - Scritto da: Claudia Cervatti - letto 3499 volte

Premana è un “paese città” della Val Varrone sulle pendici del Legnone e del Pizzo Alto, famoso per la sua tradizione nella produzione di forbici e coltelli.. ma ha un’anima della quale è impossibile non accorgersi..! Il mio primo impatto con caratteristico paesino dell’Alta Val Varrone è stato in un freddissimo pomeriggio d’inverno. C’era chi passeggiava per le viuzze strette e le scalinate inerpicate caratteristiche del centro storico, chi entrava e usciva dalla chiesa, chi tornava alla macchina con gli sci d’alpinismo in spalla,  le finestre delle case del centro, una attaccata all’altra, erano illuminate e i camini fumavano.

 

 

Questo è Premana, un paese attivo tutto l’anno. Un paese abitato da gente particolarmente ospitale e  ben contenta di parlare della propria valle, dei rapporti con i paesini limitrofi, delle numerosissime attività enogastronomiche e culturali e soprattutto delle  montagne. Davanti a un buon caffè si scoprono anche racconti sulla produzione  formaggi della Val Varrone a monte, aneddoti sulla preparazione della sempre attesissima rappresentazione “Premana rivive l’antico” dove ognuno si impegna a seconda di ciò che sa fare meglio (anche se il costume tipico qui può essere usato ancora abitualmente!) e sulla vera e propria festa che va in scena a fine luglio in occasione del Giir di Mont che quest’anno spegne le sue prime 20 candeline!

 

 

 

Come si raggiunge

Premana si raggiunge  percorrendo la Strada Statale 36 fino all'uscita di Bellano, risalendo poi lungo la parte terminale della Valsassina fino a Taceno. Da qui poi si può raggiungere il paese tramite il valico di Piazzo, dopo aver attraversato i paesi di Margno e Casargo. In alternativa, partendo da Lecco, fino a Taceno si può percorrere la Strada Provinciale 62 lungo la Valsassina e poi proseguire come sopra descritto.

Altitudine 1.000 m s.l.m.

Coordinate 46°3’0’’N – 9°25’0’’E

 

 

 

 

Per chi corre, ma non solo

Per tutti gli appassionati delle “Corse del cielo”, appuntamento da non perdere quello di Premana, per godersi lo spettacolo come atleti o come spettatori. Per chi volesse soggiornare qualche giorno in più, magari anche con la famiglia al seguito non mancano escursioni accessibili in tutta sicurezza tra i boschi di betulle, castani e pini e i pascoli della valle e, perché no, ottimi agriturismi e rifugi dove fermarsi per un rifocillante pasto tipico! (Ora anche il percorso della gara è opportunamente stato segnalato ed è quindi divenuto un bellissimo percorso da trekking).

 

La cucina tradizionale premanese è molto povera, ma davvero saporita; costituita per lo più da piatti creati con le poche verdure che il clima freddo permetteva di coltivare e con gli alimenti che derivavano dal latte come il burro. Nel corso dell’anno è possibile partecipare ai famosi caratteristici “past” che un tempo erano la festa che chiudeva il periodo della monticazione negli alpeggi e che oggi propongono un menù a base del risotto tipico cucinato nei pentoloni dove d’estate viene lavorato il latte e “la minestre” realizzata con il brodo di carne di manzo e abbinata ad un contorno di verdure.. solitamente in queste occasioni non mancano mai i canti tradizionali! Per chi infine non vuole perdere l’occasione di respirare un po’ della cultura locale c’è la possibilità di visitare il Museo Etnografico che raccoglie una ricca collezione di oggetti della cultura agro-pastorale e della vita materiale ed economica della comunità: sul sito si trovano giorni/orari di apertura e numeri di telefono per prenotare eventuali visite guidate.

 

 

 

Giir di Mont

Tutto è pronto quindi per la tappa della Skyrunner® World Series del 29 luglio. L'organizzazione ormai rodata da tanti anni di successi ha preparato ancora una volta tutto al meglio: il percorso è quello classico di sempre con due piccole deviazioni che non influiranno significativamente sulla performance degli atleti. L’assistenza è assicurata con la massima efficienza su tutto il tracciato, ci saranno ben 12 ristori per la Skymarathon e 7 per la Mini SkyRace e il tradizionale calore della gente e dei tantissimi spettatori renderanno ancora più speciale la manifestazione.

 

 

 

Percorso e organizzazione

Skyrunner di ogni livello hanno la possibilità di confrontarsi con i migliori al mondo su un tracciato altamente tecnico di 32km e 2400m di dislivello, estremamente duro e difficile da gestire per i continui cambi di ritmo che propone. Qui ci vuole forza, resistenza e tanta concentrazione e capacità di gestirsi perché non bisogna “farsi fuori le gambe” nelle prime due discese e bisogna tenere il giusto quantitativo di energie per l'ultima interminabile salita, che ogni hanno miete vittime anche illustri. Velocissima e tutta da correre, invece, la Mini SkyRace di 20km scarsi che percorre la primissima e l'ultima parte della “lunga”, occasione perfetta per un assaggio di questa gara tra gli spettacolari alpeggi dell'alta Valsassina.

 

 

Per gli spettatori grande occasione di osservare  i “big” in differenti punti del percorso; in zona partenza e arrivo, come ogni anno, sarà allestito il megaschermo che permette di seguire tutte le fasi salienti delle gare. Tuttavia difficile resistere alla tentazione di andare direttamente sul percorso per sentire l'entusiasmo della gente di Premana e saggiare la fatica degli atleti. Si può ripercorrere il percorso al contrario per salire gli 800m di dislivello che portano all’Alpe Deleguaggio per osservare l'ultima parte del traverso della terza salita e l'imbocco dell'ultima discesa; oppure con 20 minuti scarsi di cammino dalla piazza di Premana si può incrociare il percorso nel tratto che da Rasga porta a Premaniga, dove le pendenze impegnative mettono a dura prova la forza degli atleti. Per i veri buongustai punto d'osservazione obbligato è la Bocchetta Larec dove finisce la seconda durissima salita e inizia la ripida e tecnica seconda parte di discesa: qui molte volte si gioca la selezione tra i migliori e chi vuole vincere la gara deve dimostrare di avere ancora energie fisiche e la giusta concentrazione per affrontare la successiva parte del percorso. Inutile ricordare che da questa posizione il panorama è davvero stupendo e vale la levataccia che occorre per raggiungerlo in tempo prima del passaggio degli atleti!

 

 

Durante tutta la giornata sarà disponibile anche il servizio elicottero per il trasporto passeggeri. Per godersi gara e paesaggi mozzafiato da un punto di vista davvero privilegiato;  per le è possibile contattare Gianola Davide al numero 3497511818 (ore pasti).

 

 

 

Appuntamento quindi a Premana domenica mattina con la partenza della miniskyrace alle 7.50 e della skymarathon alle ore 8.00 oppure lungo il percorso per incoraggiare gli atleti.. lo spettacolo è assicurato tanto che dopo anni anche Raisport ha deciso di dedicare al Giir di Mont una speciale diretta che darà il giusto riconoscimento a questa manifestazione.

Complimenti a Premana quindi e in bocca al lupo a tutti gli atleti!


Aggiungi un commento

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.