NON SOLO CLASSIFICHE

NON SOLO CLASSIFICHE - Valtartano: persone, colori e sapori di montagna....

NON SOLO CLASSIFICHE

Valtartano: persone, colori e sapori di montagna....

19/06/2012 - Scritto da: Claudia Cervatti - letto 2771 volte

In vista della prova unica di campionato italiano team di skyrunning, vi presentiamo una valle che merita di essere visitata in ogni stagione dell'anno....

 

 

 

Domenica 24 giugno si correrà la decima edizione del Rally Estivo della Valtartano: Skyrace a coppie che, negli anni è cresciuta suscitando sempre maggiori consensi per l'ottima organizzazione e lo spettacolare tracciato. Un pizzico di adrenalina in più per il fatto di essere rimasta una delle poche Skyrace che si corre in team, fianco a fianco con il proprio partner, e che quindi richiede un feeling particolare nella coppia che deve rimanere compatta per tutti i 22,3 km del percorso (1620 m di dislivello positivo). Quest’anno, la prima squadra classificata composta da atleti della stessa società si aggiudicherà il tricolore di specialità! 

 

 

 

 

LA VALTARTANO:

Altitudine: 1210 m s.l.m.

Coordinate: 46° 7’ 0’’ N – 9° 41’ 0’’ E

 

Anche quest'anno la gara partirà dal caratteristico abitato di Tartano (Tàrten), un comune di 329 abitanti collocato nel Parco delle orobie Valtellinesi e in particolare nel punto in cui la vallata omonima si diparte in due minori: ci troviamo nella terza grande valle sul versante orobico della bassa Valtellina in provincia di Sondrio, dopo quella del Bitto, di Gerola ed Albaredo. Per raggiungere la partenza della gara bisogna lasciare la SS38 dello Stelvio e viaggiando in direzione Sondrio imboccare lo svincolo a destra appena dopo il viadotto sul torrente Tartano; si percorre un breve tratto sulla provinciale pedemontana orobica per lasciarla poi sulla destra salendo per 10 km sul fianco occidentale del Crap del Mezzodì.

 

 

 

Ci sono diversi motivi per i quali la Valtartano viene considerata un posto un po' speciale: è ricca di boschi, prati, laghetti e pascoli e gli abitanti sono fieri di far parte di una comunità alpina gelosa della propria identità oltre che estremamente vitale, accogliente con i turisti e che ha intrattenuto per secoli contatti e scambi con la vicina Val Brembana. La valle suscita negli escursionisti molto interesse sia d'estate per le passeggiate e la mountain bike che d'inverno per le ciaspole e lo scialpinismo grazie ai suoi scenari incantevoli che si snodano tra alpeggi e splendidi boschi di abeti, castagni, betulle, faggi e pini.

 

 

 

Le varie associazioni del paese si impegnano ogni anno ad organizzare un ricco calendario di eventi che offre la possibilità a tutti di scoprire il territorio in ogni stagione: sagre in alpeggio, manifestazioni sportive, spettacoli teatrali in dialetto, la “ciaspolata sotto le stelle”, il famoso “presepe gigante” con scene di vita d’altri tempi e momenti di incontro eno-gastronomico per tutti i gusti.

 

 

 

DOVE SOGGIORNARE:

Per chi volesse trascorrere qualche giorno nella valle è possibile scegliere tra ottime strutture alberghiere, validissime anche come ristoranti per chi volesse semplicemente assaporare i piatti tipici della cucina Valtellinese accompagnati magari da vini pregiati. Non mancano ovviamente nemmeno baite, agriturismi e latterie dove acquistare prodotti caseari a km zero. Tartano e il Parco delle Orobie sono luoghi adatti anche ai più piccoli che possono divertirsi nella natura, osservare gli animali e avvicinarsi alla montagna in modo del tutto sicuro. All’interno del Parco, in località Piana,  è carino visitare con ingresso gratuito anche il centro "Il legno, materiale di vita in Val Tartano", l’orto botanico con le principali specie arboree della valle, e un'antica segheria creati per diffondere l’importanza della salvaguardia dell’ecosistema boschivo.

 

 

IL PERCORSO GARA

 

La SkyRace percorre alcuni degli angoli più belli della valle, dopo i primi 6 km collinari poco impegnativi che risalgono la Val Lunga, ci si addentra nel bosco e si sale ripidamente verso Passo Tartano. Poco prima del Gran Premio della Montagna gli atleti costeggiano i due laghetti alpini di Porcile, punto dalla natura suggestiva e adatto a strappare agli atleti un sorriso di incoraggiamento e un saluto prima del faticoso sentiero verso Cima Lemma (2348 m s.l.m.).  Per chi vorrà salire fino lassù il panorama è impagabile: un piede sulla Valtellina e uno sulla Val Brembana con gli atleti che sfilano veloci sulla cresta come veri corridori del cielo. Da qui una discesa molto tecnica, ma sicura, porta verso Passo Rotonda prima che la strada ricominci a salire fino alla Bocchetta di Sona a metri 2232 (secondo GPM della giornata).  Le fatiche altimetriche al positivo a questo punto sono finite e, sia per atleti che supporter, inizia la discesa che attraverso la Val Corta riporta verso Tartano. Chi volesse vedere quest'ultimo tratto della gara può anche risalire il percorso al contrario dall’arrivo e fermarsi nel caratteristico abitato di Bagni (circa 30 min.), oppure partendo con il giusto anticipo arrivare fino alla Bocchetta di Suna (circa 2h).

 

L’arrivo i della gara e il tradizionale pranzo negli alberghi di Tartano sono sempre un momento di festa e racconti da non perdere.. rilassante per gli atleti, divertente per famiglie e supporter!

 

Per chi fosse interessato, maggiori informazioni sulla gara le si possono avere visitando il sito internet ufficiale della manifestazione www.valtartano.it

 

 

LE ISCRIZIONI CHIUDONO MERCOLEDI' 20 ALLE 20.00:  Sarà possibile iscriversi compilando il modulo che trovate sul sito ufficiale della manifestazione, inviandolo con gli altri documenti richiesti via Fax allo 0342612780 o via mail a rallyestivo@valtartano.it.

 


Aggiungi un commento

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.