WORLD MOUNTAIN RUNNING CHAMPIOSHIP 2017 - PREMANA (LC)

WORLD MOUNTAIN RUNNING CHAMPIOSHIP 2017 - PREMANA (LC) - Petro Mamu & Silvia Rampazzo, campioni del mondo a Premana. CLASSIFICHE ON LINE!!

WORLD MOUNTAIN RUNNING CHAMPIOSHIP 2017 - PREMANA (LC)

Petro Mamu & Silvia Rampazzo, campioni del mondo a Premana. CLASSIFICHE ON LINE!!

06/08/2017 - Scritto da: Maurizio Torri - letto 2017 volte

Argento per uno stoico Francesco Puppi che trascina la squadra azzurra all'oro per nazioni. E' oro anche per l'Italia in rosa...

Petro Mamu come da pronostico al Mondiale di Premana. Tempi alti per la 25ª edizione, anche a causa della pioggia che ha reso il terreno particolarmente lento e scivoloso.Il campione  eritreo si è presentato al traguardo in 3h12'51". A podio anche un super Francesco Puppi - 3h14'37"- e lo svizzero Pascal Egli 3h18'13"-. Nella top ten Alessandr Rambaldini 5° in 3h24'51", Luca Cagnati 7° 3h26'41" e Gil Pintarelli 8° 3h28'45" consegnano all'Italia di Paolo Germanetto l'oro a squadre. Per la cronaca, 15° si è invece piazzato il veneto Nicola Spada.

 

Al femminile Inno di Mameli e standing ovation per una super Silvia Rampazzo. la veneta del Team Tornado si è presa il lusso di vincere l'oro nel mondiale lunghe distanze a pochi mesi dal bronzo dei mondiali trail di badia Prataglia. Per lei una gara all'attacco con un affondo vincente sull'ultima ascesa che le ha permesso di tenere doetro due campionesse con la "C" maiuscola come Kesie Enman e Denisa Dragomir. Pe quanto ci riguarda 10ª si è piazzata Antonella Confortola, 11ª Stephanie Jimenez. A seguire sono giunte Lisa Buzzoni e Barbara Bani. Italia oro a squadre anche  al femminile...

 

 

Due partenze, i campioni del mondiale prima  e gli amatori del Giir di Mont poi, un unico grande spettacolo. Perché Premana è Premana anche sotto la pioggia.

 

 

 

 

 

Dopo una prima fase di studio, a Larecc le prime schermagie. A questa mitica bocchetta, da sempre passaggio determinante per gli esiti di questa gara, il super favorito dei pronostici Petro Mamu è passato tallonato dall’azzurro Francesco Puppi. Staccato di soli 30” lo svizzero Pascal Egli. Al femminile a fare la gara sempre le due americane con Kasie Enman davanti a Bracy (38"). In terza posizione una stratosferica Silvia Rampazzo staccata di solo 1'. 

Sulla salita di Premaniga Puppi c’ha provato, innestando le ridotte e guadagnando 1’ sul campione eritreo. Azzurri scatenati nella seconda metà di gara con la veneta Rampazzo che prova l’affondo guadagnando 20" su Enman e Wilkinson.

Un’edizione davvero mondiale quella 2017 del Giir di Mont con atleti di 23 nazioni impegnati a misurarsi sul muscolare anello di 32 km con 2400 metri di dislivello. Ad attenderli un fondo insidioso e scivoloso, ma anche il calore  di un pubblico e un’atmosfera unica al mondo. I tempi da battere? Resteranno anche negli anni a venire quelli dell’americana  Kasie Enman 3h45’50” e quello dell’eritreo Petro Mamu 3h05’59”.

 

 

 

 

 

GARA AMATORI:

Premana non è solo prova iridata. Premana è e resta anche la gara della gente, la gara del popolo dello skyrunning che ogni anno puntualmente si presenta in Alta Valasassina per vivere in prima persona questa corsa tra gli alpeggi e raccogliere gli applausi di migliaia di spettatori. Quest'anno i riflettori erano tutti per le gare iridate, ma non certo l'affetto dei tifosi. Quello non è mancato ai fedelissimi del Giir di Mont. Qui ha vinto il "Laspo Boy" di casa Davide Lino Invernizzi in 3h31'02" su Marco Moletto e Georg Piazza. Doppietta per il Team Pasturo visto che al femminile ha vinto Debora Benedetti in 4h37'41". Seconda piazza per Martina Brambilla, mentre terza si è piazzata Lorenza Combi.

 

 

(Credit foto Press Office & Giovanni Tacchini)

 

 

CLICCA QUI PER LE CLASSIFICHE!!


Commenti

Sarò polemico... percorso uguale alle ultime edizioni? Se è così anche la pioggia non giustifica 6/7 minuti dal crono dello stesso Mamu e di Lauenstein.
Stesso percorso del 2015 (Mamu) ma non del 016 (Lauenstein) in cui il percorso era stato ridotto per maltempo
A parte ritmi decisamente bassi... Mi sembra che i numeri siano notevolmente calati. peccato
Si premanesi sempre bravi, ma la troppa attenzioen su mondiale ha scoraggiato chi come me ogni anno correva il Giir. Nn mi andava di prendere parte alla gara si serie B
Sono stati due week end incredibili per chi è stato a Premana e leggo commenti (da chi probabilmente a Premana non c'è stato!!) che definiscono i ritmi di un mondiale "decisamente bassi" (complimenti per il coraggio e per la citazione), e che fanno paragoni tra due gare dimenticando forse che ogni gara ha la sua storia, indipendentemente se il percorso sia uguale, più lungo o più corto! Forse è il momento di apprezzare la corsa off-road senza troppe distinzioni tra le diverse specialità! Viva Premana e viva lo Sport!
Ti devo contraddire Luca, io nn mi sono sentito un corridore di serie B. Il pubblico e il tifo sono stati quelli di sempre. Poi vero. A Canazei parterre mondiale, con pure degasperi, e siamo partiti tutti insieme.. Notevolmente più bello
Grazie Torri che hai parlato e scritto anche dei non nazionali. I tuoi colleghi non hanno nemmeno notato che c'erano
Altro che serie B....ci hanno fatto sentire compartecipi di un grande evento. Polemiche ridicole di chi cerca di dividere....aspettiamo Andrea e Gianluca l'anno prossimo a fare sotto le 3h...
Il percorso è sempre uguale e nn modifica mai. Può modificare in casi estremi. Ogni anno il GIIR è una corsa a se, il tempo in più impiegato è causa del terreno bagnato e chi lo critica, provi a scendere da Larec con sentiero bagnato e poi avrà il coraggio di parlare. E poi x chi nn lo sapesse tra le due gare c' erano 5 minuti di differenza alla partenza.
Ogni gara è una corsa a se, ma c'è un limite. Terreno bagnato, oppure oltre 30 gradi, oppure vento, ecc. Tutte variabile di ogni gara, è il bello della corsa in natura. Altresì inequivocabile l'evento Giir di Mont, ma il gap cronometrico con altre edizioni non è una critica ma un dato evidente.
Qualcuno mi spiega sta pompata su campioni del mondo? Secondo me gli unici campioni dell'edizione 2017 sono Petro Mamu e Silvia Rampazzo. Questo titolo per nazioni mi sembra l'equivalente dei remi di categoria. Ovvero i premi di consolazione per chi è tagliato fuori dalla classifica assoluta. PS Eritrea un solo atleta, fossero venuti in 5 il primo italiano era già sesto
Non ne sarei troppo sicuro...su un tracciato così avesse corso la Nazionale spagnola con Kilian e Margit, il primo eritreo sarebbe stato sicuramente terzo!
Launstein l'anno scorso ha corso su percorso modificato per maltempo ..........
io sono uno degli atleti di serie b,anzi c,viaggio sempre nelle retrovie ,corro solo per il gusto di farlo e non mi interessano le classifiche,ma sfido chiunque a dire che a premana si e di serie b.il tifo che trovi a premana,nn lo trovi a canazei ,a cervinia, a courmayeur neanche a sommarle(le ho fatte tutte). l,atmosfera che trovi a premana nn esiste da nessuna parte,banale esempio ieri prima dello start i gemelli dematteis giravano tra i partenti della gara open a incitare tutti,io che viaggiavo nelle retrovie ho sempre trovato gran tifo a tutti gli alpeggi,anche se diluviava,erano li ad aspettare anche l,ultimo concorrente. piccola nota polemica,siamo arrivati a larec,sotto nubifragio grandine e fulmini,abbiamo chiesto agli addetti cosa fare,la risposta e stata,"se salite e a vostro rischio e pericolo,noi vi consigliamo di tornare indietro",e vero che tutto il gruppone era gia passato,ma secondo me,nn vi erano proprio le condizioni,per mandare allo sbaraglio una 30ina di persone. comunque grandi complimenti a tutti i premanesi,a tutti i concorrenti,per questa splendida,ennesima edizione del giir di mont,anno prossimo ancor presente.
Nn capisco perché sminuire l'oro a squadre,visto che i ragazzi l'hanno strameritato,nessuno di loro è professionista,lo sono molto di più gli africani,fanno sacrifici ed è giusto che festeggino,ieri come domenica scorsa la gloria conquistata avvelena chi nn ce l'ha.poi se si analizza una gara si usano basi scientifiche e dati certi,è gente in grado di farlo è molto poca.........il resto è pour parler
Penso che tutti coloro che hanno qualcosa da criticare a quello che è stato il giir di mont quest anno , ai tempi piu alti , alle medaglie a squadre che non valgono niente dico solo una cosa . Il tifo che ce stato a premana quest anno nel mondiale classico e long distance non si trova in nessun altra gara escluso zegama e sierre zinal. Penso sian solo invidiosi , xche nonostante noi atleti della corsa in montagna veniamo continuamente snobbati , criticati e giudicati di serie b, da persone che lavorano nelle aziende che pensano di conoscere tutto sullo sport, solo perche abbiamo i pochi like sui social, ce ne freghiamo altamente e continuiamo sulla nostra strada perche facciamo quello che ci piace e ce lo guadagnamosul campo con la fatica , non solo postando foto. Detto questo penso che chi fosse a premana nei 2 week end ,abbia potuto davvero vedere lo spettacolo della nostra specialitá, agli altri lascio le chiacchere da dietro una tastiera .
Luca Cagnati, come atleta non ti discuto. Se un discreto corridore. L'italiano però è da rivedere ;-) PS basta con ste manie di persecuzione. La gente non vi segue per quello. Pensate sempre che ce l'abbiano tutti con voi e siete invidiosi del successo altrui. Non ti conosco, ma mi sembri un bravo ragazzo. Uno semplice, genuino... Ecco allora Keep Calm e corri sereno. :-)
Io dico solo che Chevrier è un fenomeno! Punto e basta.

Aggiungi un commento

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.