Categoria: 

NICOLA GOLINELLI… IL NUOVO GAIARDO?

Maurizio Torri
26/6/2010

Simili accostamenti, si è soliti farli tra un giovane talento e un campione affermato. In questo caso, invece, l’atleta lecchese risulta quasi coetaneo del finanziere bellunese. In comune, i due, non hanno solo l'essere sopra i trent'anni: entrambi sono davvero molto forti in salita….

CONOSCIAMO MEGLIO L’ATLETA RIVELAZIONE DELLA BOLOGNANO - VELO 2010: PRIMA TAPPA DEL NUOVO CIRCUITO DI GARE PROMOSSO DALLA REDAZIONE DI CORSAINMONTAGNA.IT!!

Skyrunning o corsa in montagna cambia poco, quando la strada comincia a salire Nicola Golinelli si conferma tra i migliori in Italia. Conosciuto per il record al Km verticale della Grignetta o per avere vestito la canotta azzurra agli europei 2009 di skyrunning, domenica scorsa il portacolori del Ger Rancio si è preso il lusso di mettere in fila diversi nazionali della corsa in montagna piazzandosi alle spalle del sei volte iridato di specialità marco De Gasperi. «Ero alla ricerca di un test attendibile dopo un forte attacco influenzale che mi ha costretto ad una sorta di stop forzato – ci ha confidato lo stesso Golinelli -. Mi ero imposto di prendere poco più di un minuto da De Gasperi… Alla fine lui è giunto secondo in 54’12”, mentre io mi sono piazzato 3° in 55’06”. Che dire, meglio di così non poteva certo andare».

Alla Bolognano – Velo, superclassica trentina di fine primavera e da quest’anno inserita nel nuovo Grand Prix www.corsainmontagna.it, a spuntarla sui 10km e 110m di dislivello positivo è stato il keniano Nicodemus Biwott. Dopo avere condotto la gara sino al 7 km, quando le pendenze si sono attenuate, il duo De Gasperi - Golinelli ha infatti dovuto arrendersi dinnanzi alle doti di maratoneta di Biwott (2h10’ di personale nella maratona) che è arrivato al traguardo in 53’12. «Preso atto della sua superiorità, ho cercato di limitare i danni nella parte di tracciato a me meno congeniale – ha continuato Golinelli -. Alle spalle avevo atleti di ottimo livello, molto forti nelle parti corribili; tenerli dietro non è stato semplice».

Classifica alla mano, dietro l’outsider di giornata si sono piazzati niente meno che Mauro Lanfranchi, Lele Manzi e Jean Baptiste Simukeka e Andrea Regazzoni. Alla luce di questi risultato, anche se “una rondine non fa primavera”, la stella del Ger Rancio potrebbe rientrare tra i sorvegliati speciali del CT Raimondo Balicco… «Andare in nazionale, o anche solo poterci provare, sarebbe un sogno – ha proseguito il “Re dalla Grignetta” -. Tra i miei programmi estivi a livello di skyrunning vi sono La Stava e il Giir di Mont, ma sarò al via delle altre tre prove del Grand Prix corsainmontagna.it e alle gare di campionato italiano corsa in montagna».

Che dire, la strada che porta alla selezione azzurra e ai mondiali di settembre è tutta in salita, ma a Golinelli il “ripido” è sempre piaciuto: «Le sfide mi hanno sempre entusiasmato – ha concluso -. Non so se questo mio sogno potrà o meno divenire realtà… ma una cosa è certa: darò il massimo er provare a realizzarlo».

Aggiungi un commento