Categoria: 

Domenica Le Marmitte dei Giganti

Maurizio Torri
16/10/2008

Chiavenna (So) -Grande attesa per il 27° Trofeo Marmitte dei Giganti, gara nazionale di corsa in montagna a staffetta a tre maschile e individuale femminile che si terrà domenica prossima 19 ottobre a Chiavenna. Sicuramente al via il pluricampione mondiale della specialità il bormino Marco De Gasperi che proprio domenica scorsa ha definito il nostro percorso il più bello d’Italia. Con lui in gara Claudio Rinaldi e Marco Agostini con la Forestale che parte come la più accreditata favorita della gara.

Contro di loro giocheranno le proprie carte l’Atl. Valli Bergamasche, la Recastello di Gazzaniga, la Valle Brembana, la Val Canonica e le tante formazioni della nostra provincia. Nella gara femminile favorita d’obbligo Maria Grazia Roberti (Forestale) che lo scorso anno ha stabilito il nuovo primato della gara che troverà sul suo percorso Cristina Scolari (Valle Canonica) e la nostra Alice Gaggi. La manifestazione è una corsa in montagna di km. 6,8 da ripetersi tre volte per ogni frazionista maschile, di km. 4,2 per le concorrenti di quella femminile. La peculiarità del Trofeo Marmitte dei Giganti è dovuta anche al percorso veramente unico che si svolge all’interno dell’omonimo parco riserva naturale regionale famosa in tutta Europa per i fenomeni di erosione glaciale (le marmitte appunto) le incisioni rupestri e le antiche cave di pietra ollare. Passaggi su scivoli glaciali, dentro le “trone” (cave in grotta), tra i suggestivi Crotti. Un percorso che ha fatto conoscere a tante persone le bellezze del Parco Naturale delle Marmitte. E per il quarto anno consecutivo tante le novità con un tracciato finalmente sempre tecnicamente valido ma senza alcuni passaggi pericolosi che sono stati tolti in modo di rendere la manifestazione ancora più spettacolare e attraente. Partenza da Pratogiano, salita fino al Belvedere poi la traversata fino al Roccolo e da qui al passo di Capiola poi la prima lunga discesa fino alla presa dell’acquedotto, la nuova salita con il passaggio in grotta nella trona, sopra le Marmitte dei Giganti a Pratogrande, di nuovo al Passo di Capiola quindi la discesa fino a Prosto e da qui attraverso Poiatengo,il passaggio in Piazza Castello e l’arrivo tra i Crotti in Pratogiano.

Aggiungi un commento